La Nostra Storia

I nostri vigneti si trovano a Roncade in provincia di Treviso, tra la laguna di Venezia e le Colline del Montello. Una zona con temperature ideali e caratterizzata da  interessanti escursioni termiche  tra il giorno e la notte, condizioni che favoriscono le perfetta maturazione delle uve.
In questa cornice, illuminata dal sole e accarezzata dalla brezza, in un territorio argilloso e vocato alla vigna alleviamo Pinot Grigio, Pinot Bianco, Chardonnay, Merlot e Cabernet Franc nei tre appezzamenti tutti adiacenti alla cantina.  I filari sono collocati considerando il terroir e le migliori condizioni di esposizione, perché i nostri vini nascono in vigna con una cura maniacale che parte proprio dal campo nel rispetto della terra e della pianta. Crediamo fortemente che sia importante rispettare i ritmi della natura e raccogliere i frutti che essa ci offre, seguendo le tecniche agronomiche dell’agricoltura biologica. Questo ci permette di ottenere un prodotto veramente naturale che solo piccole produzioni possono garantire.

Da ogni acino nasce una storia, unica: allevare viti è un po’ come veder crescere i propri figli: da un lato li si può educare, stimolare, raddrizzare, dall’altro bisogna lasciar fare alla natura. Per i nostri vini è proprio così: il microclima, il caldo, il freddo, la pioggia, la paura della grandine, le nebbie sono tutti elementi che non possiamo controllare e che rendono ogni vendemmia diversa e unica. Le vigne hanno sempre, anche con il passare degli anni, qualcosa da  insegnare. Tanti sono gli stimoli che rendono tutto questo entusiasmante, un gioco in equilibrio tra colori, sentori, aromi, profumi, sapori, gusti, persistenza in  una continua ricerca della perfezione.

Curare la terra, rispettarla e valorizzarla è il senso che diamo al nostro lavoro quotidiano. Condividiamo tutti la fatica fisica, l’esperienza, il fermento creativo, la sperimentazione .

La Nostra Identità

È una storia che nasce da una passione. Un termine forte, assoluto che non concede nessuno sconto, ma spesso ha radici profonde nel proprio essere e che prima o poi si ribella, esce allo scoperto per farsi illuminare dai raggi del sole. Il calore aiuta a scaldare, a rasserenare e a far maturare lentamente quella passione, fino a trovarla davanti agli occhi ormai trasformata e difficile da riconoscere perché poi è pura realtà.
Una passione per il territorio e le antiche tradizioni contadine, per la natura e i valori familiari indissolubili, autentici. E così l’illusione si trasmette, coinvolge e viene accolta di generazione in generazione: ancora una volta la storia si scrive. Ora ha il profumo delle vendemmie, la nostra è una memoria olfattiva e i ricordi sono scanditi dai momenti importanti che accompagnano la vite nel suo risveglio, nel suo maturare e nel momento di dono dei frutti…

Curare la terra, rispettarla e valorizzarla è il senso che diamo al nostro lavoro quotidiano. Condividiamo tutti la fatica fisica, l’esperienza, il fermento creativo, la sperimentazione . Ci mettiamo all’opera ogni giorno con entusiasmo, nella consapevolezza che l’unione famigliare è il nostro più importante valore.

Siamo orgogliosi di poter garantire che i vini che produciamo sono il risultato delle uve raccolte nei terreni di nostra proprietà, l’unico modo che conosciamo per poter avere il controllo totale della filiera produttiva fino all’imbottigliamento, l’etichettatura e il confezionamento dei nostri vini e questo assicura l’altissimo standard qualitativo. Terre Di San Rocco

Metodo Classico

Produrre Metodo Classico  con uno stile originale ed eclettico,  in una zona conosciuta in tutto il mondo  per la  produzione del Prosecco,  richiede una buona dose di incoscienza e follia.

“Ho sempre sentito raccontare dai nostri nonni  di un vino,  che nelle nostre zone  veniva chiamato “sampagna” e parlando con loro ho scoperto che proprio in questi terreni nascevano le uve che consentivano la sua massima espressione. Si trattava di un vino che dopo la fermentazione alcolica conservava un residuo zuccherino naturale, perché  venivano selezionate solo le uve ben esposte al sole, mature con residui zuccherini importanti, soggette a lunghe fermentazioni, che si fermavano con il freddo invernale. Chiaramente, con l’innalzamento delle temperature primaverili,  riprendeva la fermentazione alcolica, dalla quale si otteneva un vino vivace, profumato con complessità organolettiche accattivanti e si versava solo nelle grandi occasioni. In assenza di tecnologie adeguate era la natura a dettare i tempi. Accadeva che in cantina durante la rifermentazione le bottiglie scoppiassero e per evitarlo si coricavano sotto la sabbia bagnata. I racconti erano così affascinanti e ricchi di aneddoti che non bastavano più: dovevo provare… E così ho voluto ripercorrere le antiche tradizioni, in veste moderna per poter assaggiare ciò che sembrava ormai perduto… Nel 2010 ho cominciato la mia avventura, naturalmente quando si sperimenta  il timore di sbagliare c’è sempre, ma alla fine io non stavo sperimentando,  stavo  recuperando antichi saperi . Il tempo avrebbe dato una risposta a tutte le mie domande, ma scorreva lentamente  per poter pazientare. Con il vino è così: le attese vanno rispettate! Quando finalmente,  in un giorno di festa,  ho voluto assaggiare con tutta la famiglia il contenuto di una bottiglia, la tensione si faceva sentire o forse era solo l’emozione, magari lo sforzo era stato inutile, non mi avrebbe soddisfatto. Il sogno di riappropriarmi di un ricordo sarebbe rimasto tale. Mentre versavo silenziosamente, osservavo il colore, il perlage. Avrebbe avuto dei profumi interessanti? e il suo sapore? Ho deciso di versarlo a tutti e tutti insieme avremmo assaggiato per scambiarci delle opinioni. È stata una rivelazione emozionante! Stavamo riscoprendo in un calice il territorio e la sua storia, profumi, aromi e sapori ormai scomparsi. E così è nato il nostro Metodo Classico e il piano di recupero di tradizioni antiche per permettere alle nuove generazioni di godere di un pezzo di storia di casa nostra.”

I nostri Vini tranquilli

Vini pensati  per non alterare le caratteristiche proprie di ogni vitigno, ma esaltarle lasciando che di anno in anno ci sia la meraviglia che rende un vino unico, inconfondibile, autentico, identificabile perché ogni vendemmia è diversa e così deve essere, mai un anno è comparabile ad un altro.
Vini diretti che sintetizzano nella loro essenza ciò che è stato in vigna, in una coincidenza di terra, luce e temperature e grazie a ciò che la natura riserva,  poter godere di vini avvolgenti, equilibrati ed eleganti.
Temperature controllate, perfetta umidità, oscurità e silenzio favoriscono l’affinamento dei vini anche  in barrique di rovere e tonneau. Il tempo consiglierà quando è il momento giusto per imbottigliare, lo sussurra senza fretta e noi siamo pronti ad ascoltare.